in Baby & Kids Fashion, Back to school, Fashion

Back to school: i NO per i bambini

  • 3 Settembre 2015
  • By elise
  • 2 Comments
Back to school: i NO per i bambini

Avendo lavorato in una scuola materna, ho acquisito una certa esperienza. No, non sulla pedagogia e l’educazione, semmai sull’abbigliamento da scuola. O meglio: sul look da CORTILE e altre situazioni potenzialmente pericolosi!

Ammettiamolo (e mi ci  metto pure io per prima): per noi mamme il look dei nostri figli è importante. Ci pensiamo su, spesso. Ci piace vederli vestiti a modino. Chiccosi, fighi, trendy o qualsiasi altro aggettivo voi vogliate.

E questo spesso comporta una certa di piccola guerra intra muro di casa. Perché fosse per loro vestirebbero tute con personaggi da cartoni animati. Da Spiderman a Dottoressa Peluche, da Elsa a Masha & l’Orso.

Povere noi.

L’importante, è trovare insieme il giusto equilibrio.

Ma ci sono errori da non commettere.

 

La giacca firmata in tessuto delicato.

Me lo ricordo ancora come se fosse ieri. Bambino di 4/5 anni. Arrivato in ritardo perché aveva speso la mattinata alla comunione del cuginetto. 1: sì, in settimana. 2: sì, è arrivato a scuola per l’ora di pranzo. Non chiedetemi il perché. Me lo chiedo ancora.

Menù del giorno: pasta al pomodoro. Outfit del bambino. Completino azzurro e giacca di lino. Bianca e firmata Baby Dior. Ripeto: di LINO, BIANCA e firmata BABY DIOR. Il mio sangue si è gelato in un nanosecondo. “Tesoro, la giacca magari la lasciamo nell’armadietto eh?” “NO!!! Me l’ha messa la mia mamma, io la voglio tenere“. Mezz’ora di trattativa. Niente da fare. E vaff….. Speriamo la mamma conosca una buona tintoria.

 

I vestiti dalla taglia sbagliata

Loro li riconosci subito. Sono “i fratelli di…“. Fratellini, sorelline, che ereditano del guardaroba del o dei primogeniti. E fin qui nulla di male eh. Ci siamo passati tutti. Io no, ma soltanto perché ero io la prima. Ma la mia sorellina ha dovuto subire ben due impermeabili blu navy Jacadi. Ed erano pure belli eh. Ma per noi all’epoca facevano parte di una specie di incubo. E sento ancora mia mamma “no ma si porta benissimo anche un po’ corto, è quella la cosa bella, lo si può indossare di più!” Argh.

Due cose però sono davvero inguardabili: i pantaloni troppo corti. E i maglioni di due taglie troppo grandi.

Capita a tutte le mamme di accorgersi troppo tardi che tutti i pantaloni del bambino siano diventati un po’ corti. Dopottutto è noto a tutti: i bambini crescono ad una velocità che ancora oggi non riesco a spiegarmi. Perché poi te ne accorgi sempre all’improvviso. Spesso alle 8 di mattina quando bisogna vestirsi in fretta ed è già tardi.

In quel caso bisogna giocare d’astuzia. E infilare al bambino un paio di calzini bianchi alti per coprire la parte scoperta tra l’orlo dei pantaloni e la scarpa, NO, non è una buona idea.

Stessa cosa al contrario. Ci sono dei vestiti ai quali siamo affezionati. Maglioncini ricordo, che non vediamo l’ora di riciclare, facendoli indossare al secondo o al terzo figlio. E va bene. A patto che siano della giusta misura. Perchè sappiate che quelle maniche troppo lunghe, oltre a dare nell’occhio di tutti, finiranno in ordine: Nella vernice se si sta pitturando durante un laboratorio, nel piatto del pranzo, nella sabbia in cortile, e nel water (questo varie volte). Poi fate voi eh.

 

I tacchi per le bambine

Questa non avrei manco voluto doverla scrivere giuro. Eppure mi tocca. Io mia figlia, non la manderei a scuola sui tacchi manco a Carnevale. Poi son scelte eh. Però sappiate che con quei tacchi plasticosi non rimarrano li belle sedute a imitare Principessa Sofia. No. Ci giocheranno. Ci correranno. E cadranno. Perché è inevitabile ne siete cosciente giusto?

tacchi bimba suri cruise

 

Sciarpe e cinture.

Qui vige una po’ la stessa regola di quella in vigore nelle carceri. Sapete cosa fanno i vostri figli con lunghe sciarpe e cinture?  Ci giocano. Al  cane. Al guizaglio. Sì, legandosele al collo. Meglio se di nascosto dall’adulto di turno. Già. Anch’io lo trovo un gioco molto stupido. Ma a quanto pare è sempre d’attualità.

J21145_85L_001BOSS kidswear

 

Sneakers con lacci interminabili

Sì, anch’io ci sono cascata. Non appena scopri che il test di gravidanza è positivo vuoi non comprare paia di Converse in tutte i colori e le misure? Ecco. Fermi lì! Il brand, illuminato da un lampo di genio, ha creato alcuni modelli fighissimi con chiusura velcro.

20140324-004108

Ecco. Fate la scelta giusta. No perché per quanto bellissime, le All Star hanno un difetto fastidiosissimo: i lacci più lunghi della storia delle sneakers. Lacci che puntualmente si disfaranno nel bel mezzo del cortile, irritando parecchio la malcapitata di turno che le dovrà riallacciare per l’ennesima volta. Può darsi che questa decida anche di legarle approssimativamente, rifiutandosi di fare il nodo quadruplo per la trentesima volta. Il bimbo se ne scapperà quando la scarpa non sarà ancora allacciata di tutto, correndo a destra e a sinistra ad inzuppare quel laccio ormai grigiognolo in pozzanghere varie, prediligendo quelle formate nei bagni… di dubbia provenienza sia chiaro.

CONVERSE KIDS

 

I cerchietti da matrimonio all’inglese

Stanno male a Beatrice e Eugenie di York. E no, non c’entra nulla l’estetica o meno del viso in questione. Stanno male pure a loro che quanto meno lo indossano per occasioni “regali” (chiamiamole così). Ecco. In mezzo al cortile di una scuola, il ridicolo non perdona. Certo, alle bambine piaceranno eccome. Piaceranno così tanto che decideranno di prestarselo a turno. Indossandolo tutte almeno per 20 minuti. Avete già sentito parlare dell’emergenza “pidocchi a scuola” giusto? No perchè NON E’ UNA LEGENDA!

Princess-Beatrice-and-Eugenie-hats-LP

 

La tuta

Al primo posto della top 10 quella di Spiderman tanto in voga a carnevale. Roba da non dare un goccio d’acqua al bimbo che la indosserà per non rischiare di doverlo acco mpagnare in bagno. No, dai veramente… dovrebbero essere vietate per legge. Quantomeno a scuola!

Stesso discorso comunque per le così carine jumpsuit o le più classiche salopette. Sì, lo so, lo stile è lo stile. Ma a tutto c’è un limite.

LEVI'S KIDSWEAR_WINTER 15 (62)Levi’s Kidswear (sì lo so… è adorabile… ma da indossare il week-end, fidatevi!)

 

La giacca 2 in 1

Sì lo so, al negozio ve la dipingeranno come una vera figata. Grazie ad un semplice gioco di zip, taaac, il giacchino si trasforma in una giacca più pesante ideale quando si abbassano le temperature. No. Non lo è. Semplicemente perché quando  ce ne sarà davvero bisogno, il commesso formato (sicuramente per giorni) per l’utilizzo di codesta giacca non sarà più lì con voi. Al suo posto,  ci sarà un bimbo che tirerà avanti indietro quella maledetta zip interna, inceppando il tutto per poi chiedere aiuto, sempre alla povera malcapitata di turno, presa a sua  volta con 30 bambini in fila davanti a lei, ognuno con un problema diverso.

 

Il cappuccio con pelliccia

Stesso discorso affrontato sopra. Quella pelliccia che vi piaceva tanto perché vi ricordava quella bellissima pubblicità con bambino dal fascino nordico a lui spirerà tutt’altro. Toglietevi della testa l’immagine fiabesca dei fjord e fate questa equazione assieme a me: pelliccia staccata (perché si staccano tutte con simpatici bottoncini tra l’altro) + compagni che corrono + pozzanghere + fango = ?

KID'S WEAR_Woolrich_KID_FW_15-16_maschio.indd

 

I leggings sotto la gonna

Ammesso che spesso non lo sono nemmeno. I leggings quantomeno dovrebbero essere aderenti. Ultra aderenti. Se no sono pantaloni. Sì, di cotone leggero… Ma pur sempre pantaloni. Spesso le bambine hanno le gambine magroline. Ecco. L’effetto del cosiddetto legging largo sotto la gonna è, fatemelo dire, tremendo. Per di più se sono anche un po’ corti e vengono indossati con scarpa bassa e calzini. Un bel paio di calze o collant leggeri no? Eh?

Altre idee?

 

 

 

By elise, 3 Settembre 2015
  • 2
2 Comments
  • cristina
    3 Settembre 2015

    Quei tacchi sono inguardabili!!!!! E oggi ho messo la salopette a Pippi (non per andare all’asilo) per coprirci la maglietta di Peppa che non si vuole piu togliere. Non ha voluto sentire ragioni. Le ho dovute mettere jeans (di una tagli in piu perchè gli altri sono tutti e lavare) e giubbotto aperto così si vede Peppa!!!!!!
    #aiutooooo
    Baci
    Cristina
    http://sofiscloset.it

    • elise
      4 Settembre 2015

      ahahah beh certo che la teoria è una cosa, la pratica un’altra! Io per ora le ho comprato solo abiti salopette per evitare il problema (anche perché quest’estate abbiamo affrontato lo spannolinamento). Vedo comunque che la quello della “maglietta di peppa” è un dramma che si consuma in tutte le famiglie…. la cosa mi rincuora un po’!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Networks
About Me
Colleziono borse, a mano o sotto gli occhi. Le marinière sono la mia Madeleine de Proust e il tulle una filosofia di vita!
Seguimi su Google+
Pinterest
Contatti

Per info e/o collaborazioni, scrivete a Fulvio Aniello

Per contattarmi personalmente, scrivete a Elise Lefort

Find us on instagram

@thesparklingmommy_familyblog