Un seggiolone per due: Stokke Tripp Trapp®

Come si sceglie il seggiolone? Per quanto tempo lo si usa? Sarà utile fare una spesa piuttosto importante? Quanto lo si userà davvero? Qual è il primo criterio da tenere in considerazione? Estetica o funzionalità?

  Arrivati a quota 2 (figli) ormai in famiglia abbiamo una discreta esperienza per quanto riguarda l'occorrente per i bambini. Il seggiolone è stato uno dei primi grossi acquisti fatti dopo la nascita di Poussinou.

Come scegliere il seggiolone?

Inizialmente mi ero indirizzata verso i "classici" seggioloni. Colorati. Divertenti. Visti dalla maggior parte dei nostri amici già genitori. Divertenti certo. Ingombranti molto. E per quanto mi riguarda non molto igienici. Perché...
Read more

Grazie, autunno

L'autunno porta con sé gioia e malinconia. Nuovi inizi e nuovi ricordi. Tante to do list e altrettante missioni. L'autunno è calore e primi freddi. L'autunno è il prembulo al Natale con la mente ancora un po' al mare. L'autunno è il rientro a scuola e i nuovi amici. Autunno è crescere ma rimanere bambini.

Con l'autunno ho sempre avuto una relazione speciale. In autunno io ci sono nata e così anche mio figlio. L'autunno è festa, la stagione in cui si organizzano i primi compleanni. L'autunno serve. Serve a preparare l'anno che verrà. Serve a prepararsi alla stagione che verrà....
Read more

Beauty routine after 30: cosa comprare?

Io sono figlia degli anni 90. Sono figlia della pubblicità. Mettimi la Schiffer, la Jovovich o Laetitia Casta per vendere uno shampoo e stai sicuro che lo comprerò sulla fiducia. Sono della generazione del mascara per i capelli e del gloss effetto velluto. Quello roll on e oleoso. Colui che se chiuso male rilasciava in borsa olio profumato alla fragola o albicocca.

Per anni poi ho scelto make-up divertenti o prestigiosi. Di quelli comprati "sulla fiducia" (o sul nome). Ricordo ancora mia madre comprarmi ottime creme per le pelli adolescenti. Ma quelle mica facevano pubblicità fighe in tv. Vuoi mettere? C'è in...
Read more

La coppia dopo i figli come cambia?

Ieri ho scattato questa foto. Sabato sera. Luce soffusa. Fiori e candela. Due calici di vino. Un tagliere per due.

Un'atmosfera romantica, un momento per noi. Si. Come no. Appena scattata la foto ho preso i due calici e li ho portati in salotto. Lui guardava la partita. Io i bambini. Ho preso la candela e l'ho posata sul bancone della cucina. Ho rimessi i fiori al loro posto (sempre il bancone della benedetta cucina; quello studiato per ospitare i nostri aperitivi e chiacchiere mentre si cucina ma che in realtà è destinato ad ospitare le mie borse). Due pezzi di salame su quel tagliere...
Read more

Il primo compleanno di Petit Frère

Questo primo compleanno l'ho atteso e temuto. Tra eccitazine e ansia. Gioia e malinconia. Un primo compleanno organizzato così, un po' a caso un po' last minute. Il destino dei secondi figli.

La verità è che in realtà un po' temevo questo momento. Ma dai... che scherziamo? Sarà mica già passato un anno? Io che fino ai sei mesi quasi l'ho chiamato neonato, di certo ancora non sono pronta a rinunciare ai "mesi" (ma fine ai 18 si può fare giusto?)

Organizzare un primo compleanno

Io in realtà ci avevo pensato su un sacco. Per parecchio tempo. Anzi a dire il vero qualche idee le...
Read more

Tutti i segreti della nanna: come creare una routine della buonanotte?

"Oh che bel bambino! Quanto ha? È bravo? Dorme?" Chi di voi non ha mai sentito questa sequenza? Un dato di fatto. Già dai primi giorni di vita sembra che al mondo intero interessi avere informazioni e rassicurazioni sul sonno dei figli altrui.

Un concetto poi sempre associato all'essere "bravo", disciplinato. "Fa dormire la mamma? Che bravo!" - "Non dorme? Oh che monello!" Eppure i motivi legati al disturbo del sonno possono essere davvero moltissimi. Dalle coliche ai dentini. Da un ambiente troppo caldo oppure umido. Da un pannolino bagnato ad una luce troppo forte. Dal rumore a piccoli malanni vari. Si può...
Read more

Ore Spese Bene grazie al nuovo servizio Carrefour

Chi ha tempo non aspetti tempo. E chi non ce l'ha? Se essere mamma non è un "mestiere" facile, essere mamma e lavoratrice autonoma lo è ancora meno. Il tempo è un dono prezioso. Mai quanto oggi concordo e sottoscrivo.

"L'importanza è potere dedicare tempo ai propri figli" sostengono alcuni. Ma è proprio così? Io sarei daccordo soltanto in parte. Sono sempre più del parere che non importa quanto tempo si dedica ai propri figli, ma quale tempo. Meglio la qualità che la quantità. Si lo so. Non ho mica scoperto l'acqua calda. Però ridendo o scherzando questo è un argomento che mi...
Read more

Io, lei, un sweatshirt: WE ARE JOEY

Quando ero ragazza e mi immaginavo mamma, avevo per la famiglia un sacco di piani e di aspettative. Poi si sa, la vita va, decide per te e ti travolge in un vortice di emozioni e imprevvisti di vario genere, più o meno belli. Quest'anno però ho deciso di rispolverarne alcuni. E metterli in atto.

Per il mio compleanno quest'anno ho richiesto una cosa preziosissima: il tempo. Del tempo da trascorrere con Lui. Possibilmente da soli. Del tempo per me. Per un caffè con un'amica. Per un bagno caldo con candele e un bicchiere di vino (sì beh ora esagero). Il tempo è prezioso....
Read more

Compleanno, compleanni e regali personalizzati

Settembre/ottobre è indubbiamente il periodo dei compleanni (altro che Fertility Day... bastava la campagna della mutanda rossa a Capodanno, il bacio sotto il vischio e magari un buon prosecco in offerta). Fate un rapido calcolo e capirete anche voi il perché di così tante nascite in autunno.

Io in primis (28 settembre) Petit Frère pure (16 ottobre). Con noi una ventina di amici vari nonché poi i loro figli. Discorso finanziario a parte, resta soprattutto il "crucio" delle idee. Per quanto mi riguarda che si tratti dei miei figli o di quelli degli altri, che si tratta di mio compagno oppure...
Read more

Vita da mamma: come guadagnare tempo

Che io non sia mai stata una campionessa dell'organizzazione questo ormai è cosa risaputa.

Io ci ho provato eh. Vi giuro, ci ho provato. Ho fatto liste, scalette e impostato decine di sveglie varie nonché promemoria sul cellulare per ottimizzare il tempo. Ma nulla. D'altronde pure la mia app per ricordarmi di bere ha smesso di funzionare e mandarmi notifiche, arrendendosi da sola... all'evidenza. E poi è arrivato. Lui. Il mago dell'organizzazione forzata. Il secondo figlio. Con lui non si sgarra. Peggio di un orologio svizzero ci ricorda che il "dolce far niente" è già bello che andato. 12 minuti esatti per la colazione. 5 per...
Read more