in Allattamento, c'est la vie, Post parto, Svezzamento

Fermati mamma

  • 2 Marzo 2016
  • By elise
  • 8 Comments
Fermati mamma

Fermati mamma. Non fare più nulla e guarda me. Fermati mamma. Chiudi il computer. Fermati mamma. Guardami negli occhi quando mi allatti. Fermati mamma. Stai un po’ qui accanto a me. Fermati mamma. Lascia i piatti nel lavandino e i panni sullo stendino. Fermati mamma. Ho più bisogno io di te, io, sono piccolino.

Fermati mamma. Lascia perdere le mail e il telefono. Fermati mamma. Se mi guardi e ricordi non avrai nemmeno bisogno di foto.

Fermati mamma. Lo so che cerchi di dare il massimo. Fermati mamma. Noi siamo qui ora, il nostro tempo è adesso.

Fermati mamma. I giorni, i mesi, passano a tutta velocità. Fermati mamma. Perché tutto questo non tornerà.

Fermati mamma. Io non sono né furbo, né viziato. Fermati mamma. Fin quando posso però voglio essere coccolato, in  braccio. Fermati mamma e pensaci un attimo. Fermati mamma. Sembrava ieri eppure è passato il terzo di un anno.

Fermati mamma. Fammi addormentare. Fermati mamma la ninna nanna, sei tu che me la devi cantare.

Fermati mamma. Io con te non avrò paura. Fermati mamma se le mie manine ti stringono le dita.

Fermati mamma. Proviamo a sospendere il tempo. Fermati mamma. Solo io e te, solo un attimo.

 

 

Noi mamme “moderne” vorremmo essere perfette. Vorremmo avere una casa perfetta. Di quelle che invidiamo su Pinterest. Vorremmo tenere tutto sotto controllo. Quando la maternità bussa alla nostra porta, vorremmo non dimenticarci di essere prima donne. Vorremmo vivere la stessa vita di prima pure facendo spazio a quel piccolo fagottino venuto a scombussolare la nostra esistenza.

Oggi, proprio oggi cercavo fiduciosa di fare addormentare Petit Frère, lo smartphone in mano per postare le ultme foto sui social. Il computer a portata di mano per controllare le mail. Tra una telefonata e l’altra ho steso i panni. E’ da una settimana che sistemo e risistemo la casa perché la vorrei diversa, perchè la vorrei perfetta.

E poi all’improvviso è bastata la sua manina sulla mia.

E’ bastato un gesto e ho capito.

Ho capito che il tempo perso non tornerà mai più.

 

 

By elise, 2 Marzo 2016
  • 8
8 Comments
  • Auria
    2 Marzo 2016

    Mentre l’allatavo, ero sempre con il telefono in mano a guardare facebook o instagram e ogni volta suo papà mi diceva: “Lascia stare quel c**** di telefono e guarda tua figlia perché ti stai perdendo questi attimi che non tornerano più… mai più.

    Aveva ragione… Sono passati 15 mesi eppure mi sembra ieri che la tenevo stretta contro il mio seno e lei che birciava per incrociare il mio sguardo

    • elise
      2 Marzo 2016

      Se io penso che sono già passati quattro mesi e mezzo mi viene un colpo… Anche se alcuni momenti sono difficili, bisogna gustarseli tutti… Lo dobbiamo a noi, ma soprattutto a loro!

  • Ilenia
    2 Marzo 2016

    Mi ci rivedo tanto, cercheró di migliorare❤

    • elise
      2 Marzo 2016

      <3
      D'altronde siamo umane... :) Però sì, ogni tanto fa bene fermasi un momento e pensarci. Ho iniziato a ritagliarmi dei momenti in cui siamo io e lui e basta. E devo dire che fa un gran bene, credo, ad entrambi :)
      Un abbraccio!

  • Francesca
    10 Marzo 2016

    Verissimo!!! Difficile chiudere il mondo fuori almeno per qui momenti, ma indispensabile!!!

    • elise
      10 Marzo 2016

      Indispensabile sì… per il bambino, per la mamma, per il legame tra i due ma soprattutto per assaporare preziosi momenti che presto finiranno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Networks
About Me
Colleziono borse, a mano o sotto gli occhi. Le marinière sono la mia Madeleine de Proust e il tulle una filosofia di vita!
Seguimi su Google+
Pinterest
Contatti

Per info e/o collaborazioni, scrivete a Fulvio Aniello

Per contattarmi personalmente, scrivete a Elise Lefort

Find us on instagram

@thesparklingmommy_familyblog