in c'est la vie, Educazione, Family Outfit, Figli, Genitori e figli, Mini Me, Senza categoria

Figlia mia non farò di te il mio clone

  • 21 agosto 2016
  • By elise
  • 2 Comments
Figlia mia non farò di te il mio clone

Di “lettere a mia figlia” non ne ho mai scritte. O almeno credo. Qualcosina sicuramente avrò scritto. Qualche appunto qua e là. Nulla di più. La verità è che a mio avviso una lettera così importante non va scritto subito. In rete è pieno di lettere indirizzate a neonati che ancora e per fortuna sono diamanti grezzi. Un loro io tutto da formare.E ancora su di loro c’è tutto da imparare. 
Poussinou ha quattro anni. Si dice che l’estate i bambini si allungano, crescono e  maturano. Un po’ come i frutti. 

Quest’anno ho notato una grande differenza. Un salto. Una ragazzina sempre più bimba e un po’ meno bambina. Bella, solare, educata e gentile. Ma oltre l’orgoglio una riflessione. Le sto dando abbastanza? Nonostante il fratellino che mi monopolizza? La ascolto abbastanza? Anche quando il dovere chiama, qualsiasi esso sia? 

Ogni tanto, anzi spesso, mi torna in mente una conversazione avuta con un’amica in dolce attesa a proposito del primo figlio. Il primogenito secondo lei ha una posizione e un ruolo mica facile. È su di lui che spesso la madre si riposerà. Un ruolo di spalla, una relazione fusionale nel bene e nel male. Il primo figlio è quello atteso e quello del quale aspettiamo molto. La prima esperienza, le grandi aspettative. Un braccio desto. Un doppio

A te figlia mia avrei tante tantissime cose da dirti e da scrivere nella mia lettera. Ma mi focalizzerei su quest’ultima. 

Una figlia femmina era quello che potesse capitarmi di meglio. Ti aspettavo e desideravi da anni. Come ogni “mamma di femmina” mi immaginavo già vestirti, pettinarti e scegliere con te i tuoi giochi. Tra mode, trends e coups de coeur era logico… Avresti seguito le mie orme. Mi sarei divertita a trovarti uno stile e saresti diventata una vera baby icon

Poi sei nata. Sei cresciuta. Hai detto NO alle mollettine per capelli. Sei andata a scuola hai avuto le prime amiche. E sei diventata fan di una decina di protagonisti vari di cartoni animati.  
A te piccola mia farò una promessa. Non farò di te un clone né una piccola me. Non proietterò voglie e desideri, non ti farò vivere i miei sogni ne ti rifilerò i miei panni. 

A te insegnerò ad essere te stessa e a coltivare i propri gusti. 

E fa nulla se al nuovo designer nordeuropeo preferirai la t-shirt Made in china con i tuoi errori dei cartoni. 

Fa nulla se andrai contro (la mia) corrente scegliendo scarpe da tennis bordate da strass e colori sgargianti.

Imparerò ad accettarlo e rispettarlo. 

Continueremo a giocare. Giocare con i look mini me. Giocare a vestirci uguale. Tu ruberai i pezzi del mio guardaroba che più ti piaceranno, io mi avvicinerò al tuo mondo (per la maglietta delle Winx però chiedo il diritto di emettere un veto). 

Ti lascerò indossare il bikini perché sono una di quelle mamme che non ci vede nulla di male purché sia adatto alla tua età. Ci mete temo pure lo smalto. Soltanto in vacanza però. 

Asseconderò la tua voglia di tulle. Avrò così un’altra scusa per indossare anch’io il tutù.

Ti lascerò imitarmi quando lo vorrai. E rispetterò i tuoi gusti anche se non saranno gli stessi miei.  

Ti lascerò avvicinarti al mio mondo e sceglierne le sfumature. 

Mi abituerò all’idea di vederti volare, cosciente e felice di avere generato un diamante puro e grezzo da lasciare al mondo. 

By elise, 21 agosto 2016
  • 2
2 Comments
  • Anita
    23 settembre 2016

    Sei una mamma che lascia senza parole, sei una mamma straordinaria! Grazie per insegnarmi ogni volta qualcosa in più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Networks
About Me
Colleziono borse, a mano o sotto gli occhi. Le marinière sono la mia Madeleine de Proust e il tulle una filosofia di vita!
Seguimi su Google+
Pinterest
Contatti

Per info e/o collaborazioni, scrivete a Elise Lefort

Find us on instagram

@eli_thesparklingmommy