in Allattare

Tiralatte manuale o elettrico? Entrambi!

  • 26 Settembre 2019
  • By elise
  • 0 Comments
Tiralatte manuale o elettrico? Entrambi!

Lo confesso: io amo allattare. Mi è sempre piaciuto, pure quando mi lamentavo (eccome se mi lamentavo). Bello, bellissimo vederli nutrirsi in braccio, per poi guardarli abbandonarsi al sonno, “ubriachi di latte”.

Ma sarebbe ipocrita giurare che non mi sia mai pesato. Per quanto sia bello e pratico (soprattutto pratico), ci sono tanti momenti in cui il biberon ci “salva la vita”. E questa cosa, fortunatamente, l’ho intuita subito, già alle prime armi. Sophia è nata in concomittanza con il nostro trasloco nella nostra casa (eh sì, prima del suo arrivo vivevamo ancora separati) e al bisogno cercavo di lasciarla con mia mamma mentre sbrigavo alcune faccende. Ricordo un pomeriggio in cui mia madre mi chiamò, Sophia in preda ad una crisi di lacrime. Dovetti correre (e mi slaccio la camicia nelle scale per far prima). Il giorno dopo, uscì a comprare un tiralatte.

Tiralatte manuale o elettrico?

Ovvio, la voglia di investire in un tiralatte elettrico era tanta… ma non sapendo quanto lo avrei usato, ho scelto di optare per il tiralatte manuale. Una buona scelta? Nì. Ricordo ancora con un sorriso le mie “serate col tiralatte”. Così usavo chiamarle quando sentivo le amiche. “Stasera faccio un aperitivo poi andiamo al cinema. Tu che fai?” – “Io passo la serata col tiralatte!”

Alcuni tiralatte manuali sono sicuramente ottimi (come quello di cui vi parlavo qui) ma tutto dipende dalla quantità di latte che si produce. Se il bambino non viene allattato da un po’, sarà piuttosto facile raccogliere una quantità sufficiente di latte. Ma quando avete necessità di tirarvi il latte qualsiasi siano momento e circostanze indovinate un po’? Bisognerà stimolare il seno a fatica, prima di estrarre preziosissime gocce (ma giuro che quando finalmente arrivano e cadono in stile contagocce la soddisfazione è immensa!). Insomma, inutile negarlo: con il manuale la fatica può essere doppia a meno di non beccare il momento giusto. E se il manuale diventasse elettrico in poche e rapide mosse?

Tiralatte 2 in 1 manuale ed elettrico

Arriva da MAM un tiralatte 2 in 1! Rivoluzionario per la sua comodità e praticità. Efficiente, comodo, facile da usare ma soprattutto: poco ingombrante e discreto! 2 in 1 perché cambiando semplicemente il gruppo motore con il manico (entrambi da fissare sul biberon) si potrà passare dal tiralatte elettrico a quello manuale e viceversa. Nella versione manuale si tratta quindi dello stesso tiralatte di cui vi avevo parlato in precedenza (e molto valido), nella versione elettrica, la funzonalità è ovviamente legata ad un gruppo motore, tondo, piccolo, che funziona con una batteria da alimentare grazie ad una presa. La batteria, con una sola carica ha un’autonomia di ben cinque ore. Il display dell’apparecchio indica il tempo di utilizzo (la durata dell’estrazione) mentre con un semplice tocco è possibile passare dalla stimolazione del seno prima dell’estrazione, all’estrazione stessa, regolandosi con nove livelli di intensità.

Ultimo ma non ultimo: nella versione elettrica il tiralatte è davvero super silenzioso! Di solito, cerco di usarlo primo che Lola Rose si svegli dai suoi pisolini diurni!

Io lo sto provando da un mesetto e mi sto sinceramente trovando molto bene. Allattando al seno non ho la necessità di tirarmi il latte sempre, ma cerco di fare qualche piccola scorta al bisogno. Come per uno dei prossimi week end in cui saremo invitati ad un matrimonio. Occasioni durante le quali preferisco avere qualche piccola scorta di latte materno!

By elise, 26 Settembre 2019
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Networks
About Me
Colleziono borse, a mano o sotto gli occhi. Le marinière sono la mia Madeleine de Proust e il tulle una filosofia di vita!
Seguimi su Google+
Pinterest
Contatti

Per info e/o collaborazioni, scrivete a Fulvio Aniello

Per contattarmi personalmente, scrivete a Elise Lefort

Instagram API currently not available.