in Celebs, Gravidanza

Annunciare la gravidanza: non come Beyoncé!

  • 2 Febbraio 2017
  • By elise
  • 2 Comments
Annunciare la gravidanza: non come Beyoncé!

Inutile far le gnorri. Inutile restare nel vago. Inutile cambiare argomento. Inutile glissare. Va che vi ho viste eh.

Volete forse dirmi che non vi siete mai messe ad “immaginare” il modo in cui avreste annunciato la vostra dolce attesa al mondo? (che poi al mondo glie ne freghi effettivamente qualcosa, è un altro paio di maniche)

Andiamo, su’! Fate le brave.

Io ci penso da qualche ora.

No, NO, fermi tutti: io non devo annunciare proprio nulla.

Stavo solo pensando a lei. Beyoncé. Queen B.

Ne vogliamo parlare?

Un po’ sposa, un po’ figlia dei fiori, un po’ Rihanna, un po’ Anne Geddes finita male.

Un po’…… no dai Beyo’ … ma che è? Sono gli ormoni vero? Dimmi che siano gli ormoni!

Uno scatto, scelto per annunciare la più bella notizia del mondo, con uno stile che farebbe impallidire pure Kim Kardashian.

E ho detto tutto…

Un altare, una corona di fiori che insomma, non stiamo seppellendo nessuno giusto?

Un reggiseno tale quale ad un modello in saldo a 19,99.

Una mutande-costume-tessuto annodato-boh chi lo sa…

Perché Beyoncé, perché ???

Via libera a foto di famiglia, mini scarpine, ciuccio “decorativo”, fotomontaggio, collage, scatto in bianco e nero… (No, NON tutto insieme)

Ma no… niente rivisitazione di qualche divinità indiana in una valle di fiori.

Per carità.

Cosa ti sarà mai successo Bee?

Oggi oltrettutto è stato svelato l’arcano. Mistero risolto, che in realtà non fa altro che inferire su quanto già noto a tutti: il SERVIZIO FOTOGRAFICO.

NB: un servizio fotografico in gravidanza? Perché no!

L’ho fatto pure io (sì sì)- Certo, nel mio caso non si trattava di annunciare la gravidanza bensì di “ricordarla”. Dopottutto ero allora molto incinta di Petit Frère. Ricordo ancora le corse per cercare di essere puntuale (e invece al solito arrivò con mezz’ora di ritardo). Ricordo il fiato corto e un pensiero fisso (Eli stai tranquilla, hai controllato: un ospedale vicino nei paragi, c’è!)

Ricordo ancora le parole del fotografo durante la prenotazione del servizio: “sicura di farcela? e se nasce prima?

Insomma… è filato tutto liscio. Petit Frère ha aspettato ancora una settimana prima di venire al mondo, e io ricordo ancora con un sorriso tutti questi scatti.

Semplici. Naturali.In bianco e nero.

Non con l’interno giardino di Versailles spiaccicato qua e là.

Vero, la coppia “bling bling” non è mai stata una grande adetta del “less is more”… ma a tutto c’è un limite. Dai…

E voi come avete annunciato la vostra gravidanza?

 

By elise, 2 Febbraio 2017
  • 2
2 Comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Networks
About Me
Colleziono borse, a mano o sotto gli occhi. Le marinière sono la mia Madeleine de Proust e il tulle una filosofia di vita!
Seguimi su Google+
Pinterest
Contatti

Per info e/o collaborazioni, scrivete a Fulvio Aniello

Per contattarmi personalmente, scrivete a Elise Lefort

Find us on instagram

@thesparklingmommy_familyblog